La sicurezza innanzitutto

3D Secure

Senza dubbio la sicurezza in Internet è un argomento sempre più attuale, soprattutto quando si parla di pagamenti tramite il Web.

La piattaforma di pagamento che il nostro sito utilizza è Stripe ( www.stripe.com ), che integra il sistema di pagamento direttamente nella pagina Checkout del prodotto, offrendo tutta la sicurezza necessaria per una transazione serena e senza pericoli.

Stripe è una società Americana e attraverso il sito ufficiale è possibile informarsi meglio su questa piattaforma di pagamento che utilizza il 3D Secure. Quindi al protocollo SSL128 ( lo puoi vedere attivo verificando in qualsiasi momento la presenza di un lucchetto chiuso nella barra degli indirizzi del tuo browser ) viene ulteriormente affiancato anche questo sistema di sicurezza a tre livelli.

Conosciamolo meglio:

3D Secure: la sicurezza nei pagamenti Online

Senz’ombra di dubbio, se non ci fosse il protocollo 3D Secure a proteggere le nostre carte di credito, saremmo molto più scoperti agli attacchi di eventuali malintenzionati.

Si tratta di una fortuna, quindi, che ci sia il protocollo di protezione 3D Secure a posizionare un altro ostacolo tra i nostri soldi e gli hacker che vogliono appropriarsene.

E, a dire il vero, si tratta anche di uno dei sistemi difensivi più efficaci in assoluto in quanto in grado di bloccare un qualsiasi tentativo di accesso verso una carta di credito senza nemmeno troppi problemi.

Ovviamente non si tratta di una panacea per i tutti mali delle carte di credito, ma possiamo sicuramente affermare che senza il 3D Secure il mondo sarebbe un posto peggiore.

Scendiamo ora nel dettaglio cercando di capire con più precisione di cosa stiamo parlando.

Il 3D Secure è un sistema difensivo adottato da circuiti di pagamento come Vista oppure MasterCard. Attualmente è un protocollo XML che non va a sostituire la difesa di base della carta di credito, ma soltanto la completa.

Viene utilizzato sia per la protezione delle normali carte di credito, che delle carte di debito e altri strumenti di pagamento online.

Prevede una protezione a due livelli attivandone uno se l’altro venisse aggirato in qualche modo. Tuttavia, coloro che hanno realizzato il sistema di protezione 3D Secure precisano che esso non garantisce affatto la sicurezza dei soldi sulla carta.

Bisogna, insomma, essere sempre attenti alle proprie chiavi di sicurezza, a chi vengono date queste chiavi e così via. Inizialmente questa tecnologia venne realizzata per i sistemi di pagamento Visa con l’unico scopo di migliorare la protezione dei pagamenti in internet per mezzo dei servizi Verified by Visa.

Gli stessi servizi che si basavano su questo protocollo vennero comprati e quindi eseguiti dal sistema MasterCard (sono conosciuto con il nome di MasterCard Secure Code – MCC).

A dire il vero, attualmente anche altri sistemi di pagamento utilizzano questa tecnologia, in particolare JCB International (protocollo J/Secure) e Mir Accept. Successivamente anche l’American Express aggiunse il 3D Secure alle altre protezioni del proprio sistema di pagamento online (protocollo American Express SafeKey).

In particolare, la tecnologia diminuisce la probabilità che azioni come il fishing abbiano successo sulla persona avvisandola nel caso dei vari problemi.

Difatti, il 3D Secure aggiunge un altro passo di autenticazione permettendo alle banche o ai negozi di verificare che sia realmente la persona che possiede la carta a eseguire l’acquisto e non chiunque altri.

Il 3D Secure non va confuso con alcuni concetti similari. In particolare, non bisogna confonderlo con il codice CVV2 che si può trovare sul retro di una qualsiasi carta di credito o di debito, perché si tratta di due concetti assolutamente diversi.

Nelle operazioni CNP (Card Not Present) il 3D Secure non assume le funzioni di una difesa assoluta e il codice monouso comunque può essere intercettato dai virus informatici.

Nonostante il successo ottenuto, ancor oggi la tecnologia 3D Secure non è supportata da tutte le banche per delle questioni di comodità (si vuole permettere ai clienti di pagare dei servizi o degli oggetti con velocità, senza ulteriori conferme).

E se da un lato la cosa è pensata per aumentare il comfort dei clienti, dall’altro è sicuramente un punto debole, in quanto limita l’efficacia di questa tecnologia difensiva in molte situazioni.

Tuttavia, le più grandi banche mondiali e diverse importanti realtà finanziarie hanno comunque adottato il 3D Secure che attualmente rappresenta uno dei sistemi di difesa più sicuri in assoluto.

papavero_scontornato